Erinnerungskultur "Cultura della Memoria". DDR - AfD e il pesante fardello

Nella Germania Occidentale era uno dei pilastri sociali. Si chiamava“Cultura della Memoria” (Erinnerungskultur) e consisteva nella costante elaborazione del nazismo, specialmente nelle scuole e nelle università. Naturalmente la Cultura della Memoria è un pilastro ancora oggi.
Tuttavia, dalla Riunificazione del 1990, la società tedesca si sta trovando, ancora oggi, a dover fare i conti con il fardello opposto: e cioè con la totale rimozione della barbarie nazista da parte del corpo sociale che viveva nella Germania Est.

L'Italia teoreticaménte si applaude

"...ieri non è più, domani non è ancora..." e se a qualcuno fosse sfuggito, l'estate italiana l'ha spiegato al mondo con una serie di eventi concatenati che potremmo definire anticorpi di consapevolezza umana. Eventi che mostrano l'Italia come portatrice sana di socialità e di filosofia politica.

Che la politica faccia il suo corso

Martedì 27 agosto riprenderanno al Quirinale le consultazioni per capire come uscire dall'impasse della crisi di governo aperta dal ministroMatteo Salvini contro l’esecutivo del presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Arrivata come una doccia gelata nel bel mezzo di questo agosto, la fine dell’alleanza tra Movimento 5 Stelle e Lega ha però colto molti impreparati riguardo alle possibili proposte per il futuro.

© Berlin89 2018 - 2019
Testata giornalistica registrata
al Tribunale civile di Venezia.
Autorizzazione n.8 in data 30/08/218
Direttore Responsabile Vincenzo Maddaloni
Responsabile Trattamento Dati Paolo Molina

 

Accedi
x
x
x

cover Massima Depero copy