Minacciati da un miracoloso vaccino obbligatorio anti Coronavirus

C.J. Hopkins è un drammaturgo, uno scrittore di romanzi e di satira politica. Nasce americano e vive a Berlino dove il governo federale ha previsto di introdurre una “carta di immunità” al coronavirus come parte della sua “Legge sulla protezione dalle infezioni,” che darà alle autorità di polizia il potere arrestare chiunque sia “sospettato di essere contagioso”. Hopkins sostiene con fine tragica ironia che in tutto il mondo con  una nuova narrativa ufficiale che esalta il coraggioso, il nuovo, il paranoico, il patologico, il “normale" ci stiamo avvicinando ad un livello di isteria di massa e di mentalità di gregge che nemmeno Goebbels avrebbe potuto immaginare. Buona lettura

di C. J. Hopkins

Essere uomini restando umani quando il mondo impazzisce.

La scienza moderna ci ha mostrato che a malattie virali mortali corrisponde quasi sempre un tasso di contagiosità molto basso mentre a virus altamente contagiosi corrisponde una letalità bassa. Come dire che sia presente una legge di natura, forse è quella che consente all’uomo di sopravvivere, anche nei periodi più bui, come quello della peste bubbonica del XIV secolo o dell’influenza spagnola del 1918.
 
di Paolo Molina 

Il Coronavirus visto da stampa e tv? Un'epidemia di errori

Troppo presto? Non direi poiché si possono già tirare le somme su come viaggia il media mainstream, - televisione e carta stampata - per quanto riguarda l’informazione sulla prima pandemia del XXI secolo. In queste settimane di COVID-19, le notizie sono state poche o troppe, troppo commentate o affatto commentate? Perché se da una parte ci sono giornali e telegiornali che tentano l' approfondimento, manga che esaltano la serenità cavalcando lo spot pubblicitario, dall’altra parte c’è  la “cattiva stampa” che specula sulla paura della gente, alimenta il malcontento, aizza alla rissa, scatena l’odio. E' la più pericolosa. Non ci vuole il telescopio per individuare chi la sposa. 

di Luca Manduca

A proposito di linguacce, qualcuna rende

Quella dei Rolling Stones In cinquant'anni è diventata il simbolo non solo della band ma di un intero genere musicale. L'autore John Pasche che all'epoca aveva 24 anni Intervistato di recente dal New York Times, Pasche ha detto che il suo disegno voleva essere un simbolo di protesta: il fatto che il gesto dei ragazzini che mostrano la lingua fosse universale fu la principale ragione per cui pensò che avrebbe funzionato. Il logo piacque immediatamente a Jagger e agli altri componenti della band e il lavoro gli fu pagato 50 sterline, come da accordi. Secondo Samuel O’Toole, un avvocato londinese esperto di proprietà intellettuale, il valore del logo oggi ammonta a centinaia di milioni di sterline.

Eurobond, l'Italia non chiede la luna ma perchè la Germania non molla

I cosiddetti “eurobond” sono al centro del dibattito su come l’Unione Europea, e i paesi che adottano l’euro in particolare, possano uscire dalla crisi causata dalla pandemia da coronavirus (e questa è la ragione per cui alcuni giornali hanno iniziato a chiamarli “coronabond”).  Gli eurobond sono richiesti con insistenza da paesi come Italia, Francia e Spagna, con l’approvazione di numerosi commentatori ed economisti e della Commissione Europea; la loro introduzione viene invece respinta dai governi di paesi come Germania, Paesi Bassi e Austria. Perché?

di Sergio Cesaratto

Cambiano i virus, l'austerità pure

IL MONDO DOPO IL CORONAVIRUS

La Germania sta raccogliendo sui mercati tutto il denaro di cui ha bisogno per fronteggiare la pandemia; può farlo perché l’architettura istituzionale dell’Unione Europea garantisce ai Paesi centrali, e solo ai Paesi centrali, lo scudo contro ogni speculazione. Essi possono indebitarsi a costi calmierati, oggi addirittura negativi, e dunque non hanno alcun bisogno di un prestito da parte delle istituzioni europee: se la cavano benissimo da soli.

Si mette male per l'Italia complice la Germania

IL MONDO DOPO IL CORONAVIRUS

Il quotidiano di lingua spagnola El Paìs ha pubblicato una sorta di verbale informale della scorsa riunione dei capi di Stato e di Governo. Dal resoconto pare evidente che la lepre di cui vanno a caccia è in primis l’Italia; che l’antagonista vero della Merkel è stato Sanchez ; che la Merkel è consapevole di stare combattendo per la sopravvivenza politica sua, del suo governo e del suo partito. 

di Antonio de Martini

Nella guerra contro il Covid-19 è il Wireless che vince

SOSTIAMO DOVE GLI ALTRI TIRANO DRITTO -

Il Coronavirus è l'imprevisto trampolino che ci sta precipitando nella dittatura digitale. Telelavoro, teleconsulenze mediche, ordinazione di prodotti di prima necessità, e poi cyber-scuola, cyber-consigli su « Come tenere occupati i vostri figli? », « Cosa mangiare? », « “Tutorial di isolamento” con l’astronauta Thomas Pesquet ». Quanto basta per trascorrere la vita sotto una campana di vetro in un ineludibile voluto autoisolamento. Se questa strategia del dominio delle menti si radica sarà la nostra rovina avvertono da Pièces et Main-d'Oeuvres, un gruppo di Grenoble impegnato in una critica radicale della nanotecnologia, della ricerca scientifica, del complesso militare-industriale. Si può essere d'accordo oppure no, ma è meglio esserne informati.

Il Centro Studi Berlin89 ritiene che aiutare i lettori a rimanere informati sull'impatto della crisi del Coronavirus sia un servizio utile poichè gli si consente di raggiungere articoli di contenuti come questo che volentieri pubblichiamo con il solo intento di ampliare lo sguardo sul libero scambio di idee.

di Pièces et Main-d' Oeuvres

© Berlin89 2018 - 2019
Testata giornalistica registrata
al Tribunale civile di Venezia.
Autorizzazione n.8 in data 30/08/2018
Direttore Responsabile Vincenzo Maddaloni
Responsabile Trattamento Dati Paolo Molina

 

Accedi
x
x
x

cover Massima Depero copy