La resa della Germania all'America scatena l'inflazione

La Germania sta subordinando la propria industria e il proprio tenore di vita ai dettami della diplomazia statunitense e all’interesse personale del settore petrolifero e del gas americano. Lo fa volontariamente, non grazie alla forza militare, ma per la convinzione ideologica che l’economia mondiale debba essere gestita dai pianificatori statunitensi della Guerra Fredda.

Pin It

Continua a leggere

Chi più perde dalla guerra in Ucraina? L'Italia

Le sanzioni contro la Russia stanno colpendo duramente l’economia europea e italiana in particolare. L’Italia per la prima volta, da dieci anni a questa parte, registrerà nel 2022 un deficit commerciale. Questo significa che le importazioni di beni cresceranno più delle esportazioni. Per ottenere surplus crescenti della bilancia commerciale, l’Italia, a partire dal governo Monti, aveva ridotto il costo del lavoro, rendendo così più competitive le sue esportazioni a detrimento del mercato interno e con il risultato di rendere i lavoratori italiani relativamente più poveri. In pratica, l’Italia aveva adottato il modello che la Germania ha imposto all’Europa: puntare sul mercato delle esportazioni, avendo come obiettivo la creazione di surplus commerciali sempre più grandi.

Pin It

Continua a leggere

Gli Zoomers in prima fila contro gli Ayatollah

Sono in buona parte gli Zoomers, così si chiamano i ragazzi  nati tra il 1996 e il 2005, la generazione dei social media, di TikTok e di Internet. E' la Gen-Z iraniana a guidare la protesta per l’uccisione di Mahsa Amini. E' la ragazza di 22 anni , morta il 16 settembre a Teheran, la capitale, dopo essere stata arrestata dalla “Polizia della morale” per non avere indossato correttamente il velo islamico, o hijab, come prescritto dalle leggi iraniane. Giorno dopo giorno le manifestazione contro il velo e la Polizia religiosa, si sono trasformate in una lotta politica anti-regime. Duecento e passa finora i morti, migliaia gli arrestati. Il medesimo scenario di lutti che si accompagnò alla cacciata dello Scià.

Pin It

Continua a leggere

La russofobia ci costa davvero tanto. Troppo

Le recenti dichiarazioni di Ursula Von der Leyen, che impegna l’Unione Europea all’erogazione di un miliardo e mezzo di Euro al mese (oltre alle armi), sono l'ennesima manifestazione di dissennatezza politica. Le difficoltà economiche europee per bloccare l'inflazione, vengono però  agevolmente superate dall’esigenza di mantenere la cricca di Kiev al potere.

Pin It

Continua a leggere

Non si distingue più il bianco dal nero e il vero dal falso. Hanno vinto!

Si narra che il direttore della CIA, William Casey abbia detto a Ronald Reagan: " Il progetto di disinformazione potrà dirsi completato, quando tutto quello che il pubblico americano reputa vero,  è falso".

Pin It

Continua a leggere

L'Europa verso un inverno di guerra e di gelo

I prossimi mesi saranno particolarmente dolorosi nei paesi dell'Unione europea dove i prezzi dell'energia sono aumentati in misura considerevole, costringendo molte piccole e medie imprese ad interrompere l'attività (più di 1.200 soltanto in Germania).

Pin It

Continua a leggere

© Berlin89 2018 - 2019 - 2020 - 2021 - 2022

Berlin89 magazine del Centro Studi Berlin89

Testata giornalistica registrata
al Tribunale civile di Venezia.
Autorizzazione n.8 in data 30/08/2018
Direttore Responsabile Vincenzo Maddaloni
Responsabile Trattamento Dati Paolo Molina

 

 

Accedi
x
x
x

Italia Sede

via privata Perugia, 10 - 20122 Milano (MI)
Tel:  +39 02 77 33 17 96
Fax: +39 02 76 39 85 89

Deutschland Repräsentanz

Federiciastraβe 12 - 14050 Berlin (Charlottenburg)
Tel:  +49 30 8 83 85 16
Fax: +49 30 89 09 54 31