È tempo d'Agnello pasquale, di quello Mistico dagli occhi umani

Sono quelli del protagonista  di un'opera monumentale di Jan  e Hubert van Eyck dipinta tra il 1426 e il 1432 per la cattedrale di San Bavone a Gand, dove si trova tutt'oggi. Nella versione originale, quella emersa con il restauro, l’animale ha due occhi gialli molto espressivi, che qualcuno considera al limite dell’inquietante per la loro posizione frontale un po’ “umana”. Hélène Dubois, direttrice del restauro, ha spiegato che «niente di simile era mai stato osservato nella pittura fiamminga», e che la scoperta è stata «uno shock per tutti: per noi, per la Chiesa, per gli studiosi, per il comitato internazionale che ha seguito il progetto».

Continua a leggere

Insegnare con il Cororonavirus? Il segreto è reinvertarsi con il webinar

Fare lezione sotto quarantena obbliga a riportare l’e-learning da mito di progresso a realtà quotidiana,bisogna imparare a fare i conti con la distanza il che vuol dire, per qualche giorno, reinventarsi il mestiere di insegnante, o quantomeno ripensarlo. Sebbene si comunichi attraverso mail, messaggistica istantanea e piattaforme a scopo didattico alla fine c'è la consapevolezza di avere tra le mani la possibilità concreta di essere più vicini agli studenti, anche stando in luoghi lontani, anche senza vedersi.

di Ilaria De Pasca

Continua a leggere

Nel tempo del Coronavirus starsene ristretti in casa è un’arte

Dimentichiamoci dei suggerimenti elargiti a profusione da taluni esperti, sulla necessità di socializzare il più possibile, perché nell’anno 2020, per meglio intenderci quello del Coronavirus, il coattivo messaggio (corredato da sanzione pecuniaria e segregativa) è di segno opposto: statevene a casa. E se “io resto a casa” è l’hashtag che si concretizza in “io solo io, tutto solo, resto a casa”, è meglio.

di Luca Manduca

Continua a leggere

L’Amore ai tempi del Covid-19

Il bacio di Hayez in epoca di Coronavirus, con gli amanti che tengono in mano una confezione di amuchina e indossano la mascherina. E’ questa la nuova opera di Streetart realizzata da TvBoy a Milano, che ha postato le foto sul suo profilo Instagram senza rendere identificabile dove.

Continua a leggere

Siamo contagiati dalla 'zombificazione' malattia che non fa distinzioni

Il  contagio si rivela con  un annientamento cerebrale generato dal consumo indiscriminato e acritico di fronte al martellamento mediatico che accompagna ogni tipo di notizie che si affastellano le une sulle altre e che non riusciamo a percepire con il dovuto distacco critico. L’abulia, la spersonalizzazione, la meccanicità dei movimenti e l’apatia sono caratteristiche anche della raffigurazione cinematografica dello zombie, presente sugli schermi da quasi novant'anni. Una ragione c'è.

di  Guy Van Stratten

Continua a leggere

Gesù era gay? San Marco ci scrisse su e Netflix ci marcia

di Laura Menti

Bastava che avesse letto qualche pagina dell'evangelista Marco il giudice di Rio che l'altra settimana ha bloccato il discussissimo film “La prima tentazione di Cristo” sulla piattaforma di Netflix per "rispetto alla maggioranza dei brasiliani, di fede cattolica". Pertanto la Corte Suprema brasiliana annullando la sentenza, ha avuto via libera nel sostenere che "non si può supporre che una satira umoristica abbia la capacità di indebolire i valori della fede cristiana, la cui esistenza è attestata in più di duemila anni e in cui crede la maggioranza dei cittadini brasiliani".  

Continua a leggere

Atene è la nuova Berlino? Forse già lo è

In soli sei anni, gli arrivi turistici ad Atene sono più che raddoppiati. Nel periodo dal 2012 al 2018, l'Aeroporto Internazionale di Atene ha registrato un aumento dei visitatori annuali dall'estero da 2,5 milioni a 5,7 milioni, mentre i dati  fino a settembre del 2019 hanno mostrato un ulteriore aumento annuale del 12 percento. In questi sette anni Atene è passata dall’essere la capitale di uno stato in gravissime condizioni economiche, che rischiava seriamente il fallimento, a essere la città che molti definiscono “la nuova Berlino”.

Continua a leggere

She’s Not Like All the Other Girls

guido reni55 copyGuido Reni, "Susannah and the Elders", c. 1620. 

di Sam Vladimirsky

Guido Reni era sfortunato al gioco, ma non perché fortunato in amore. L’amore non faceva parte del repertorio della sua vita. Nessuno lo aveva mai visto con una donna. Era vergine. Molti lo paragonavano a un angelo. Amore per lui era solo un puttino biondo. Grazioso e perfetto come chi esiste solo nei sogni.

Continua a leggere

© Berlin89 2018 - 2019
Testata giornalistica registrata
al Tribunale civile di Venezia.
Autorizzazione n.8 in data 30/08/2018
Direttore Responsabile Vincenzo Maddaloni
Responsabile Trattamento Dati Paolo Molina

 

Accedi
x
x
x

cover Massima Depero copy