Casa dolce casa

Classificazione: Intervista Welfare - Casa

Articolo per contenuti

     Qual è più in generale la situazione italiana?

L'OCSE ha evidenziato come l'Italia abbia registrato negli anni della crisi uno dei maggiori aumenti delle disparità tra i Paesi industrializzati e come continuano ad ampliarsi, anche nei periodi più recenti, divari economici e sociali.

L'ISTAT ha calcolato 5 milioni di poveri nel 2017. L'8,4% della popolazione vive in condizioni di estrema povertà e la metà si trova al Sud. Ed ha anche più volte evidenziato come le spese per la casa rappresentino uno dei capitoli principali delle uscite per le famiglie.

Punte di forte emergenza sono rappresentate dagli sfratti, in particolare per morosità, passati dalle percentuali irrisorie dei primi anni ’80 all'attuale 90% delle sentenze emesse.

Altri dati che possono chiarire la vasta entità del disagio sono rappresentati da 650.000 domande di edilizia pubblica inevase da Comuni e da ex Istituti autonomi case popolari (IACP);
4 milioni di giovani tra i 25 ed i 39 anni che risiedono ancora con la famiglia di origine;
3 milioni di lavoratori stranieri che vivono in affitto in coabitazione ed in condizioni di sovraffollamento.
Delle famiglie in locazione oltre il 70% ha un reddito inferiore ai 30.000 euro annui e vive in prevalenza nei grandi centri urbani, dove gli affitti sono più elevati;
Delle famiglie in proprietà il 20% (3,3 milioni) deve assolvere al pagamento di un mutuo e circa un terzo ha un valore immobiliare inferiore a quello per cui hanno chiesto il prestito. La svalorizzazione immobiliare causata dall'eccedenza di produzione è diventata un altro fattore di impoverimento.

L'Italia si distingue tra i Paesi europei più sviluppati per una spesa sociale destinata alla casa tra le più basse d'Europa (0,03% del PIL contro lo 0,6% nei Paesi dell'Unione europea), per una delle più basse quote di edilizia pubblica (il 4% del patrimonio abitativo ed un quinto del mercato dell'affitto), nonché per una minore dimensione del patrimonio in affitto privato, pilastro dell'offerta in molti Paesi.

Il problema abitativo risulta, quindi, un bisogno in gran parte insoddisfatto per una quota crescente di popolazione, un diritto la cui esigibilità riguarda una platea sempre più ampia. Ecco perché è indispensabile una risposta sociale, con politiche adeguate, orientate verso i segmenti di popolazione in maggiore difficoltà economica.

Fonte: berlin89 Dossier
https://berlin89.info/it/dossier-europa-menu/cose-di-casa.html
0
2
0
s2smodern

I Dossier Centro Studi Berlin89

© Berlin89 2018 - 2019
Testata giornalistica registrata
al Tribunale civile di Venezia.
Autorizzazione n.8 in data 30/08/2018
Direttore Responsabile Vincenzo Maddaloni
Responsabile Trattamento Dati Paolo Molina

 

Accedi
x
x
x

cover Massima Depero copy