I tedeschi guardano al futuro in Italia

ENIT all' ITB di Berlino. L’identikit del turista tedesco che visiterà il nostro Paese nei prossimi tre anni
[Informazione Pubbliredazionale

ITBChi immagina ancora la famigliola tedesca con bambini sulle nostre spiagge rimarrà sorpreso: oggi, a differenza degli anni ’60, troverà giovani e millennials per una vacanza attiva (27,2 %) ma anche un turista tedesco adulto over 60 (22,8%) che viaggia solo o in coppia.

È un turista ad elevata capacità di spesa che percepisce dai 3 ai 5mila euro al mese in oltre il 45 per cento dei casi e oltre i 5mila euro nell’11 per cento. Se la maggior parte dei futuri turisti tedeschi proviene dai centri cittadini tra i 5mila e i 50mila abitanti (43,9%), il 15,9% parte dai grandi centri urbani con oltre 50mila abitanti, soprattutto dall’ovest e dal Sud della Germania.

Una vacanza quella in Italia alla ricerca del relax (56,7%) e delle bellezze marine (57,2 %) per soddisfare le esigenze dei più giovani che continueranno ad affluire sui nostri lidi. L’ENITAgenzia Nazionale del Turismo si prepara, dunque, a promuovere l’Italia sul mercato tedesco ed è tutto pronto per prendere parte alla vetrina dell’ITB di Berlino, la maggiore fiera e mercato d'affari dell'industria del turismo con oltre 180mila visitatori tra cui 108mila operatori dal mondo e 10mila espositori da 180 paesi, dove sarà il Ministro delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo Gian Marco Centinaio a tagliare il nastro e dare il via ai lavori, insieme all’Ambasciatore d’Italia a Berlino Luigi Mattiolo e al presidente ENIT Giorgio Palmucci. Millecinquecento metri quadri di stand e più di 70 immagini racconteranno il territorio italiano per circa 300 aziende e 16 Regioni partecipanti assieme al Comune di Roma e alla Repubblica di San Marino. Fuori dallo stand Italia inoltre, due ulteriori spazi, dedicati a Toscana e Piemonte, presenti rispettivamente anche nell’area outdoor e nell’area LGBT.   

Paese trainante per l’intera economia europea, con un PIL che cresce così come il potere d’acquisto dei suoi cittadini, la Germania rappresenta un mercato turistico fondamentale per l’Italia: secondo Ufficio Studi di Enit, in un quadro che sancisce una costante crescita di turisti stranieri nel Bel Paese (+1,7%), i tedeschi sono sempre i più numerosi, aumentati addirittura del +4,9%, attirati soprattutto da sole, enogastronomia, natura e sostenibilità. 

Trentino, Veneto e Lombardia le regioni più scelte, da un turismo, quello tedesco, che storicamente ama e ricerca la vacanza attiva che consente un autentico contatto con la natura: trekking e cicloturismo sono amatissimi, così come le esperienze di camping e caravaning, basti pensare che nel 2018 sono salite del 12,5% stando ad ADAC Reisemonitor 2018, le nuove immatricolazioni e che l’Italia si assesta al terzo posto tra le scelte dei camperisti tedeschi. I dati confermano che i turisti tedeschi privilegiano lo spostamento in automobile, subito di seguito l’aereo, ma anche il bus comincia a rappresentare un’alternativa molto gettonata. Impennata anche per i viaggi wellness, ancor più apprezzati se coniugati a cultura e natura.  

Nel cuore del grande spazio ENIT a ITB, molto denso il programma che vedrà Piazza Italia fare da sfondo ad aperitivi all’italiana e a numerose conferenze stampa di approfondimento, tra cui la molto attesa “Eccellenze nel Centro Italia: borghi, cammini, montagna, enogastronomia in Umbria, Marche, Abruzzo e Lazio”, prevista per il 7 marzo.  

Uno stand tecnologico e all’avanguardia, con videowall e un’area dedicata al progetto Virtual Reality che consente di vivere l’esperienza della realtà virtuale declinata in tre percorsi (città d’arte, food e lifestyle) uniti dal fil rouge del patrimonio UNESCO, ma anche all’insegna della sostenibilità e dell’inconfondibile lifestyle italiano, da vivere e condividere anche online. Tutti i visitatori saranno invitati a inforcare una Vespa Special originale collocata in stand, per scattare le proprie foto e condividerle usando #treasureitaly, l’hashtag della campagna che ENIT porta a Berlino per raccontare l’Italia e le sue bellezze, da fruire e rispettare come un vero e proprio tesoro.
In occasione della fiera, l’Italia sarà infatti protagonista di una capillare campagna di comunicazione, in circuito video nella metropolitana di Berlino, attraverso due autorevoli canali radio (Berliner Rundfunk e 94,3 rs2), una campagna crossmediale sui famosi Die Zeit, Die Welt e Frankfurter Allgemeine Zeitung e sui canali social della prestigiosa Messe della capitale tedesca.  

L’eccellenza italiana verrà raccontata anche attraverso la cucina e i sapori, che ENIT esporterà a ITB con il ristorante all’interno dello stand Italia e i menu tematici curati da Campania e Calabria, rispettivamente con lo Chef Ciro Mattera e la Chef Patrizia Cosentini come registi.  

Un’atmosfera vintage caratterizzerà infine la Italienischer Abend, una serata tutta italiana, con cucina a cura della Fondazione Gualtiero Marchesi, all’interno della splendida cornice dell’Ambasciata a Berlino, nella quale saranno esposti trenta dei manifesti storici più iconografici di ENIT nell’anno del suo primo centenario, per ripercorrere, attraverso un’installazione essenziale ma molto sentita, i diversi modi – spesso innovativi ed artistici – di comunicare e raccontare il paese più bello del mondo.

 

0
2
0
s2smodern
© Berlin89 2018 - 2019
Testata giornalistica registrata
al Tribunale civile di Venezia.
Autorizzazione n.8 in data 30/08/218

Direttore Responsabile Vincenzo Maddaloni
Responsabile Trattamento Dati Paolo Molina

csb89

Accedi
x
x
x

cover Massima Depero copy