"Non voglio che prendiate le mie infermiere". Tedeschi a bocca asciutta, ma gli stipendi sono da fame

Da un po' di tempo prima che "scoppiasse" il coronavirus il ministro della sanità Spahn gira l'Europa del sud e dell'est in cerca di infermieri da portare in Germania. Di fronte a questa nuova forma di colonialismo demografico dei paesi forti dell'eurozona, tuttavia, c'è anche chi ha il coraggio di dire di no. Il presidente serbo Vučić si rifiuta di consegnare le infermiere serbe e interrompe la collaborazione con il governo di Berlino. Stipendio offerto? 650 euro al mese per 50 ore di lavoro a settimana, in pratica tre euro all'ora. L'esperienza delle nostre infermiere.

Pin It

Continua a leggere

In Germania c'è una guerra civile sotterranea

Parla László Földi, colonnello ed ex agente dell'Intelligence del ministero degli Interni ungherese. dopo la strage di stampo neonazista di Hanau. Földi ha senza dubbio una sua personale interessante visione dei fatti che è riportata da Epoch Times,testata online considerata vicina ad AfD.

di Szilvia Akbar

Pin It

Continua a leggere

E' il boom immobiliare il tormento di Berlino

di Annette Krause-Thiel

La Bundesbank ha puntato il dito sui crescenti rischi della stabilità del sistema bancario tedesco. Ha indicato il mercato immobiliare, come la maggiore fonte di preoccupazione, poiché prezzi delle case e degli appartamenti continuano a salire, di conseguenza il volume dei mutui erogati si sarebbe moltiplicato, come ha  scritto Die Welt commentando i dati Bundesbank.

Pin It

Continua a leggere

La Germania è un paese governato dai ricchi

di Sören S. Sgries

Così conclude il sociologo Michael Hartmann secondo il quale a dominare l'economia e la politica tedesca è un gruppo molto ristretto di persone appartenenti alle élite storiche del paese pertanto un terzo della popolazione non  sentendosi più rappresentato diserta le urne.

Pin It

Continua a leggere

minijob

In crescita i tedeschi con un secondo lavoro per campare

C'è sempre un qualche zelante addetto all'informazione mainstream che si ostina  a presentare della Germania un'immagine idiliaca, anche se così spesso non è. Nella "ricca" Germania più di 3.5 milioni di occupati hanno bisogno di un secondo lavoro, quasi sempre un minijob, per sbarcare il lunario.

Pin It

Continua a leggere

Black box Schufa, ma che trombata tedesca è?

In Germania è noto a tutti i cittadini. E per qualcuno rappresenta anche un “incubo". Chiunque voglia aprire un mutuo o affittare un appartamento viene valutato attraverso un punteggio in grado di predire la sua affidabilità creditizia. A realizzare il sistema di rating è una società privata - chiamata Schufa, i cui maggiori azionisti sono le banche tedesche - e che raccoglie informazioni su oltre 67 milioni di cittadini e poi, attraverso un algoritmo proprietario, le traduce in un punteggio.

Pin It

Continua a leggere

Herzog incontra Gorbaciov ed è epocale

Nonostante 'Herzog incontra Gorbaciov' sia solo un documentario fatto di tutta una serie di interviste e materiali di repertorio, non manca di fascino perché quello che racconta è grande storia. Distribuito da Wonder Pictures e Unipol Biografilm Collection, in sala dal 19 al 22 gennaio, il documentario ha come protagonista l'88enne ultimo presidente dell'Unione sovietica e premio Nobel per la pace, Mikhail Gorbaciov.

Pin It

Continua a leggere

Chi l'avrebbe detto mai. In Germania pensioni da fame

di Ulrike Herrmann

La giornalista Ulrike Herrmann ha acquistato grande fama in Germania per le sue penetranti critiche al media mainstream accusato di travisare volutamente la realtà sociale del Paese per favorire le "classi più ricche". Questa volta la giornalista si sofferma sul livello da fame delle pensioni erogate in Germania. Poco piu' di 900 euro al mese è la pensione media nel 2019.

Pin It

Continua a leggere

© Berlin89 2018 - 2019 - 2020

Berlin89 magazine del Centro Studi Berlin89

Testata giornalistica registrata
al Tribunale civile di Venezia.
Autorizzazione n.8 in data 30/08/2018
Direttore Responsabile Vincenzo Maddaloni
Responsabile Trattamento Dati Paolo Molina

 

 

Accedi
x
x
x

Italia Sede

via privata Perugia, 10 - 20122 Milano (MI)
Tel:  +39 02 77 33 17 96
Fax: +39 02 76 39 85 89

Deutschland Repräsentanz

Federiciastraβe 12 - 14050 Berlin (Charlottenburg)
Tel:  +49 30 8 83 85 16
Fax: +49 30 89 09 54 31