Andrea Camilleri, c'era una volta

Andrea Camilleri cieco. Cieco come Omero e come Borges, entra nell’Eternità. Come Tiresia, da lui amato, l’indovino cieco.

Camilleri ha attraversato tutti gli spazi letterari che gli scrittori hanno dedicato all’indovino greco, da Omero, a Ovidio, a Dante, da Apollinaire, a Ezra Pound, a Eliot. Si è confrontato con la sua età – 94 anni – e con la sua cecità, con il Tempo e con la percezione dell’Eternità e lo ha raccontato in una delle sue ultime uscite pubbliche, parlando a un pubblico incantato di Tiresia, il cieco indovino che fu femmina e maschio e che spiegò a Edipo che gli occhi ci fanno vedere le apparenze, quasi sempre ingannevoli, ma non sono indispensabili per “vedere” la verità.

La grecia classica nella figura di Tiresia ha condensato un sistema complesso. Ed è mito tramandato.

 

tiresia1Tiresia incontra due serpenti avvinti in un accoppiamento, uccide la femmina, e immediatamente da maschio diventa femmina, femmina a tutti gli effetti, con tutti gli attributi e i connessi. Sette anni dopo ritorna maschio.
Un giorno Zeus e Era-Giunone, non trovando altro da fare, si mettono a discutere su un tema “spinto”: nel rapporto sessuale gode di più l’uomo o la donna? Chiedono il parere di Tiresia, che è maschio, ma è stato anche femmina: e Tiresia dice che gode di più la donna, e spiega anche perché. Era, non sopportando che vengano rivelati i segreti della femminilità, condanna Tiresia alla cecità: ma Zeus, per consolarlo, e per dimostrare che conta qualcosa anche lui, gli dà la capacità di “vedere” il futuro.
 

 Pochissimi, ecco solo forse Pirandello è stato salutato con tanta emozione e tanta commozione.E Camilleri lo ricorda: io c'ero.

Inutile cercare Vigata perchè creò una nuova cittadina, un mondo nuovo. Come inutile affaticarsi a decifrare parole in lingua siciliana, perchè creò un nuovo lessico comune.

addio a camilleri il papa di montalbanoUn cantastorie, scrittore del popolo.  

Duro, ironico, severo, serio, innamorato. Ha creato Montalbano unico personaggio della letteratura italiana, dopo Pinocchio, a diventare un mito letterario internazionale.

Uomo di sinistra è stato severissimo e caustico con i leader della destra ma ancor più con gli uomini della propria parte. 
Su D’Alema – «dicivano macari che era ‘ntelligenti, ma grevio e scostante». Di Prodi «dovrebbe fare un corso di dizione, tra una sua parola e l’altra passano due treni accelerati d’una volta».

È stato un uomo libero, generoso, amico dei lettori; e infatti gli abbiamo voluto e gli vogliamo tutti molto bene, come si vede in questi giorni. 

Mai riuscito a rispondere compiutamente alle uniche importanti domande della vita: “quanto costa?”, “quanto ci guadagno?”. Quindi “so e non so perché lo faccio …” ma lo devo fare perché sono curioso. Assecondami.

0
2
0
s2smodern
© Berlin89 2018 - 2019
Testata giornalistica registrata
al Tribunale civile di Venezia.
Autorizzazione n.8 in data 30/08/2018
Direttore Responsabile Vincenzo Maddaloni
Responsabile Trattamento Dati Paolo Molina

 

Accedi
x
x
x

cover Massima Depero copy