I Dossier di Berlin89ass logo

Dove ci porterà Nonno Joe

  • Ha “disturbato” bombardando la Siria il pellegrinaggio in Iraq di papa Francesco, non dimostrandosi un portatore di pace come aveva promesso. 
  • Nel discorso dell'Insediamento prende spunto dall’assalto al Campidoglio dei supporter di Trump, per rimettere in discussione le libertà civili e individuali negli Stati Uniti. Proclama di voler combattere il terrorismo , e richiama all'ordine gli alleati europei. 
  • Promette che le ingiustizie saranno affrontate e risolte. Eredita un Paese con decine di milioni di persone (non soltanto afro) abbandonate in uno stato di povertà e precarietà,  senza assistenza sanitaria, senza casa.
  • Deve risolvere un problema sociale ricorrente: il razzismo dei poliziotti. All' omicidio di George Floyd, l'uomo che è morto soffocato dal ginocchio di un agente premuto sul collo, sono seguiti i disordini durati dei mesi, come mai era accaduto prima.
  • E' assillato dalla “questione afghana”. Deve scegliere tra tre opzioni: la prima è il ritiro definitivo dei 2 mila e 500 soldati americani presenti sul territorio. La seconda opzione, dilazionare la partenza della truppa, in modo che superi di poco la scadenza concordata del 1° di maggio. L’ultima alternativa è di rimanere in Afghanistan, come se l’accordo di Trump con i talebani non fosse mai esistito. 
  • Affronta il Covid19 e mette mano ai vaccini. Gli va meglio che in Europa. Ma ha un ben più grosso problema rappresentato dalle migliaia di aziende fallite durante la pandemia,  condannate  alla chiusura definitiva, come sostiene il Nobel dell’Economia  Joseph Stiglitz

  • Non rivela (non potrebbe essere altrimenti)  quale sarà il suo rapporto con il BlackRock , la più grande organizzatore di società di comodo. Tutto lascia pensare che si comporterà come i suoi predecessori. 
  • Definisce Putin un “killer”. Il presidente russo replica: “Chi lo dice sa di esserlo”  e aggiunge: "Pensano che siamo uguali a loro ma siamo diversi. E sappiamo difendere i nostri interessi". Draghi all'unisono con la cancelliera Merkel prendono le distanze dal presidente americano aprendo al vaccino russo, Sputnik.
  • Biden ribadisce - anche nei suoi discorsi più recenti - che l’America riconquisterà il suo primato.  Da come si sta muovendo pare voglia resuscitare l’immagine di un’America “gendarme del mondo”.

I primi 100 giorni del presidente Joe Biden

di Vincenzo Maddaloni

Non c'è più religione

Ha esordito male, agli occhi dei credenti, il cattolico Joe Biden.

Una sortita del tutto inattesa che rischia di rimanere epocale perché l'incursione è avvenuta alla vigilia - 5 marzo – della visita del Papa in Iraq, durante la quale il Pontefice si incontrerà con il Grande Ayatollah Ali Al Sistani, capo degli sciiti che in Iraq sono in maggioranza.

Perché il cattolico Joe Biden “disturba” con questo sanguinoso sconquasso il pellegrinaggio in Iraq del suo Pontefice?

di Vincenzo Maddaloni

Il morso del comandante in capo d'America

L’assalto al Campidoglio, è forse, un inaspettato pretesto per rimettere in discussione le libertà civili e individuali negli Stati Uniti. Nel suo discorso inaugurale si era limitato a un generico invito a porre fine alla,  «guerra incivile che mette il rosso contro il blu, rurale contro urbano, conservatore contro liberale. Possiamo farlo, se apriamo le nostre anime invece di indurire i nostri cuori, se mostriamo un po’ di tolleranza, se siamo disposti a metterci nei panni dell’altra persona».
Nota di Redazione

Quando la polizia è da Far West

Si può aspirare al progresso della comunità senza mettere in questione la politica e l’economia dell’intero paese?

La cronaca informa che il neo presidente Joe Biden sta seminando la promessa che le ingiustizie saranno affrontate e risolte dentro e fuori della Nazione americana.

Come cattolico dovrebbe conoscere bene il detto di Gesù “Porgi l'altra guancia”. Vediamo come se la cava

di Alfredo Venturi

Le storie dei neri americani repressi da 400 anni

L'omicidio di George Floyd, l'uomo che nel pomeriggio del 25 maggio è stato fermato e ucciso da due pattuglie che l'hanno immobilizzato a terra per 8 minuti e 46 secondi con un ginocchio premuto sul  collo.


È già  raccontata da Wikipedia, la grande enciclopedia online.

I disordini che ne sono seguiti hanno richiamato l'attenzione globale sulle condizioni di vita degli afroamericani degli Stati Uniti.

di Vincenzo Maddaloni

Ammalati di mal d'Afghanistan

L’ex presidente Trump aveva deciso di andarsene, è nato imprenditore e ha governato l'America con questa mentalità.
La sua ricetta era semplice, realista: sfilarsi dalle guerre che non producono profitti, aprirsi ai commerci senza ammainare la bandiera americana.
Da buon cattolico praticante il presidente Biden sarebbe contrario all'uso delle bombe, ma  invece pare voglia resuscitare l’immagine di un’America “gendarme del mondo”, sempre disponibile pur di conservare il suo primato.
di Joseph Stiglitz

Crisi economica? A lezione da Joe Biden

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha proposto un piano di stimolo da 1.9oo miliardi di dollari per aiutare l’economia a riprendersi dalla pandemia.

Molti repubblicani si oppongono, animati da quel rigore di disciplina che misteriosamente abbandonano ogni volta che entrano alla Casa Bianca.

Gli economisti discuteranno di ogni singolo aspetto del piano: quanto denaro dovrebbe andare a quella o quell’altra attività; quale dovrebbe essere la soglia che dà diritto a ricevere aiuti in contanti; come ridimensionare il programma dei sussidi di disoccupazione.

di Werner Rügemer

Ecco come funziona la porta girevole della democrazia capitalista statunitense: da BlackRock al governo, dal governo a BlackRock e così a ripetere. 

Non appena è stato chiaro che Joe Biden avrebbe vinto le elezioni presidenziali, si è portato a bordo Brian Deese, capo del dipartimento per gli investimenti sostenibili globali della società d’investimento americana BlackRock, e ricoprerà il ruolo di capo economista del presidente.

Nel 2008, il presidente Barack Obama incaricò BlackRock di gestire la crisi finanziaria e decidere quali banche, quali compagnie di assicurazioni, quali società sarebbero state salvate.

Sotto Trump, BlackRock non è scomparsa dalla scena economico-politica. Dal marzo 2020, come consulente della Federal Reserve, BlackRock ha gestito il programma di salvataggio Covid19, molto simile al “Corona Recovery Program” dell’UE da 750 miliardi.

di Pier Giorgio Ardeni

L’America è sempre stata l’avanguardia del capitalismo, il laboratorio delle soluzioni progressive, il luogo elettivo di consacrazione dei modelli.

L’età dell’oro del capitalismo selvaggio dipinto da Mark Twain con satirico realismo; il New Deal di Roosevelt dopo la grande depressione – molto “americano”, pur fondandosi sulle ipotesi formulate da quel british dandy di John Maynard Keynes – e le politiche di gestione della domanda e del welfare state; la deregulation reaganiana; il neo-liberismo del Washington Consensus vengono tutti da lì, da quella land of opportunities.

Eppure, è proprio negli Stati Uniti campioni della globalizzazione de-regolamentata che questa ha prodotto i suoi effetti più netti, tra le economie avanzate.

Ora che le elezioni sono passate, ci sono più ragioni per non essere troppo fiduciosi riguardo al futuro. 

di Alberto Negri

Cosa si nasconde dietro le parole di Biden che hanno fatto così scalpore? La guerra dei gasdotti.

Attaccando Putin e definendolo un assassino Biden, ha lanciato un avvertimento anche agli europei. Se prendete il gas russo arrivano le sanzioni: la minaccia, già di Trump, non è nuova ma esplicita, messa nero su bianco e con una tempistica precisa.

Proprio mentre il presidente americano rilasciava la sua intervista, il dipartimento di stato pubblicava sul suo sito una dichiarazione in cui si affermava che il gasdotto Nord Stream 2 tra Russia e Germania «è un cattivo affare per la Germania, l’Ucraina e per tutti gli europei perché divide il continente e indebolisce la sicurezza energetica europea».

E subito dopo viene allegato l’ultimatum: «Le società che lavorano al Nord Stream 2 devono abbandonare immediatamente i lavori al gasdotto offshore altrimenti incorreranno nelle sanzioni americane».


Pin It
© Berlin89 2018 - 2019 - 2020

Berlin89 magazine del Centro Studi Berlin89

Testata giornalistica registrata
al Tribunale civile di Venezia.
Autorizzazione n.8 in data 30/08/2018
Direttore Responsabile Vincenzo Maddaloni
Responsabile Trattamento Dati Paolo Molina

 

 

Log in



Italia Sede

via privata Perugia, 10 - 20122 Milano (MI)
Tel:  +39 02 77 33 17 96
Fax: +39 02 76 39 85 89

Deutschland Repräsentanz

Federiciastraβe 12 - 14050 Berlin (Charlottenburg)
Tel:  +49 30 8 83 85 16
Fax: +49 30 89 09 54 31