Coronavirus, Putin ha mosso l'Esercito in soccorso dell'Italia

Artikel nur in Muttersprache - Article only in mother language.

Dopo la Cina, il Vietnam e Cuba è arrivata la Russia con nove aerei da trasporto Ilyushin e 100 specialisti epidemiologi. C'è già chi ha lanciato l'allarme scrivendo che l'Italia è invasa dai comunisti; sono gli stessi che sorvolano sulla gente che in Lombardia muore anche perchè mancano i posti in ospedale.

di Alexander Sheffner

Negli ultimi tre giorni, aerei militari russi sono atterrati in una base aerea vicino a Roma, portando attrezzature e specialisti per combattere il coronavirus in Italia. Perché Mosca compie questo gesto di generosità?

E' una manovra di PR politica, una dimostrazione per l’Europa delle capacità del Cremlino e della sua invulnerabilità a una pandemia globale, o è davvero un gesto di buona volontà? Risponde Alexander Sheffner,  professore emerito dell'Università di Stato di San Pietroburgo che annovera tra i suoi allievi il presidente Putin. 

RussiAi russi piace scherzare sull’argomento: “non ci sono ex medici / militari / poliziotti”, ma a quanto pare non ci sono nemmeno “ex” specialisti di emergenza in Russia.
L’attuale ministro della Difesa, Sergei Shoigu, ha guidato il Ministero delle situazioni di emergenza per molti anni.
È stato lui a inviare soccorritori russi in Giappone dopo il terremoto del 2011. Ai russi generalmente piace salvare tutti, questo ha una certa peculiarità nazionale.
Vogliono guadagnare punti nell’arena straniera? Poco probabile … Tokyo, non appena si è ripresa dalle conseguenze del devastante disastro naturale, ha sollevato di nuovo il tema dell’appartenenza delle Isole Curili Meridionali. È improbabile che Mosca si aspetti anche che Roma rilasci una dichiarazione decisiva sulla necessità di revocare le sanzioni anti-russe.
 
Allo stesso tempo, sono stati inviati 14 aerei, 100 medici e infermieri professionisti, attrezzature e strumenti speciali per aiutare l’Italia sulla base di accordi diretti tra Putin e il Primo ministro italiano Conte in un tempo estremamente breve.
Il capo della Russia ha mandato in Italia i medici più esperti: i militari che hanno già lavorato con potenziali portatori del coronavirus dalla Cina, che hanno combattuto con l’Ebola in Africa e, in generale, che hanno una vasta esperienza in missioni umanitarie.
Quanto sono capaci queste decine di persone di invertire la pandemia è un’altra domanda, ma in ogni caso il loro contributo sarà estremamente importante.
Allo stesso tempo, come dimostrato da una breve intervista con una delle infermiere militari – sergente maggiore delle forze mediche Natalya Krivosheeva, al Primo canale russo, i medici militari russi sono venuti per “salvare il paese” ed è esattamente quello per cui sono sintonizzati.
In ogni caso, 100 medici professionisti con una vasta esperienza, con disciplina militare – un contributo significativo in mancanza di medici in Italia.
Questa assistenza è particolarmente preziosa sullo sfondo del completo rifiuto dei paesi della NATO di fornire un sostegno simile, lo spostamento dell’ospedale mobile dell’Alleanza del Nord Atlantico a Lussemburgo, più vicino al centro del processo decisionale europeo, e l’attuale mancanza di sostegno da parte dei partner nell’Unione europea.
 
 Tuttavia, cosa vuole raggiungere Putin alla fine? Il leader russo spera davvero nella gratitudine politica di Roma? Poco probabile! Sul mercato politico interno, la notizia della partenza di decine di medici professionisti dalla Russia non contribuirà alla sua popolarità; il 22 aprile, o più tardi, Mosca terrà un referendum che permetterà a Vladimir Putin di guidare il paese fino al 2036.
I russi sono molto più preoccupati per lo sviluppo di una pandemia nel loro paese che per la lontana Italia.
 
Tuttavia, sono Pechino e Mosca al momento, gli unici che hanno dato una mano a Roma.
E in effetti, a livello della mentalità nazionale, le azioni della Russia sono comprensibili. I russi a volte scherzano “ Se vuoi realizzare qualcosa di buono, chiama i militari”.
Sin dai tempi sovietici, la Russia ha la più forte medicina militare. I medici vanno in Italia per l’esperienza e il test delle loro migliori pratiche. Vanno perché l’algoritmo della macchina militare russa prevede tali missioni. In cambio aspettano l`esperienza.
E, molto probabilmente, a Mosca si aspettavano una raffica di commenti negativi “perché si doveva chiedere aiuto ai russi”, “cosa il Cremlino richiederà in cambio del nostro aiuto …”.
È solo che Putin e Shoigu hanno creato un sistema del genere che inizialmente implica il supporto dei paesi non tanto amichevoli in caso di emergenza.
Inoltre, se l’epidemia si sviluppasse su tale scala in Polonia, che presumibilmente ha rifiutato di far passare aerei militari russi con medici per l’Italia attraverso il suo spazio militare, Putin avrebbe offerto un aiuto simile a Varsavia. Cosi funziona il Ministero della Difesa russo.
 
Non è più importante se la giovane infermiera Natalia Krivosheeva, la cui bellezza non può essere nascosta nemmeno da una maschera medica, diventerà un simbolo dell’aiuto russo alla penisola appenninica, o se i medici russi saranno perseguitati dai blogger europei. Le forze armate russe hanno iniziato il loro lavoro e in ogni caso salveranno molte vite.
Cosa potrebbe essere più importante della vita umana? Non è sicuramente la politica, ed è quello che dovrebbero capire i leader dei paesi europei.

 Fonte: Vision and Global Trends 

0
2
0
s2smodern
© Berlin89 2018 - 2019
Testata giornalistica registrata
al Tribunale civile di Venezia.
Autorizzazione n.8 in data 30/08/2018
Direttore Responsabile Vincenzo Maddaloni
Responsabile Trattamento Dati Paolo Molina

 

Log in



cover Massima Depero copy