L'inquietante lezione dei Verdi tedeschi

Meglio investire nelle Forze armate tedesche che nell'ambiente. L'ha sostenuto, fin dall'inizio della sua campagna elettorale Annalena Baerbock la candidata dei Grünen alle elezioni del 26 settembre dalle quali sortirà il nome del nuovo Cancelliere dopo il ritiro dalla politica di Angela Merkel. Ma perché la leader dei Verdi tedeschi anche nell'ultimo confronto televisivo tra i tre candidati alla Cancelleria non si è soffermata più di tanto sull'ambiente, sul clima che dovrebbero rappresentare il suo core business? Qual è la vera posta in gioco?

Pin It

Continua a leggere

Maometto i Talebani e le Donne, una relazione nascosta

Dopo il fragoroso ingresso dei Talebani a Kabul e il fuggi-fuggi degli occidentali, le immagini che riempiono in questi giorni le prime pagine dei giornali e i principali servizi televisivi sono soprattutto le proteste delle donne che temono di perdere le libertà conquistate nel corso degli ultimi vent’anni, e che oggi rappresentano tra la popolazione afghana il principale fenomeno di opposizione al regime talebano.

Pin It

Continua a leggere

Quando Venezia si popolò di delfini

E' accaduto durante la pandemia ed è stato classificato come un brutto segno a riprova che, "la laguna di Venezia si è trasformata in un braccio di mare: le barene stanno scomparendo, l’acqua è sempre più salata e le creature marine straniere stanno sostituendo i pesci tipici della laguna di Venezia", scrive Petra Reski nel suo ultino libro "Quella volta che caddi in Canal Grande. Sulla vita a Venezia", dove la giornalista e scrittrice vive da più di trent'anni.

Pin It

Continua a leggere

Il no ai vaccini non è una guerra persa

Accade a Berlino. "Stop alle quarantene di gruppo nelle scuole e negli asili", titolava il 28 di agosto il Tagesspigel , il quotidiano più venduto a Berlino. Pediatri, infettivologi, virologi, epidemiologi tedeschi e invitano a trovare un equilibrio adeguato tra il numero di malattie prevenibili e il numero di giorni di insegnamento persi a causa della quarantena, per cui sostengono, non ha più senso cercare di prevenire a tutti i costi ogni singola infezione a scuola.

Pin It

Continua a leggere

Fioriscono gli Umani usa e getta

 L’essere umano così come noi lo conosciamo diventa superfluo. L’unico lavoro vero sarà quello altamente specializzato.  Le prestazioni richieste a questo tipo di personale specializzato saranno altissime.Dedizione assoluta, tempi e ritmi incalzanti, licenziamenti sempre incombenti, controllo serrato, perdita facile dei privilegi assunti, usura veloce del personale e altrettanto veloce ricambio.

Pin It

Continua a leggere

Il bello e il buono dell'Italia raminga

La storia, a volte, somiglia a uno specchio: attraverso gli immigrati di oggi ci rimanda l’immagine dell'Italia di cento anni fa. Una “badante” che lascia i suoi figli e viene in Italia non ripercorre lo stesso cammino delle nostre balie e non soffre nello stesso modo per la lontananza?
Pin It

Continua a leggere

Cosa accade agli Afghani che arrivano in Europa

E' la seconda nazionalità per numero (2,7 milioni di afghani) di richieste d’asilo al mondo. La maggior parte di queste persone sono ospitate in Paesi limitrofi come Pakistan, Iran e Turchia, ma il numero di afghani che richiedono asilo in Europa è andato crescendo negli ultimi anni.

Pin It

Continua a leggere

Dal “diritto alla salute” all’obbligo della salute

Dove non era arrivata la minaccia globale del terrorismo islamico ci ha pensato un piccolo virus a creare quella grande paura che ci ha reso disposti, e disponibili, ad accettare tutto. La nuova tecnologia digitale, ha aspetti decisamente diversi da precedenti eventi storici passati: è arrivata velocemente imponendo un ritmo di accettazione e adeguamento estremamente accelerato.

Pin It

Continua a leggere

© Berlin89 2018 - 2019 - 2020 - 2021

Berlin89 magazine del Centro Studi Berlin89

Testata giornalistica registrata
al Tribunale civile di Venezia.
Autorizzazione n.8 in data 30/08/2018
Direttore Responsabile Vincenzo Maddaloni
Responsabile Trattamento Dati Paolo Molina

 

 

Accedi
x
x
x

Italia Sede

via privata Perugia, 10 - 20122 Milano (MI)
Tel:  +39 02 77 33 17 96
Fax: +39 02 76 39 85 89

Deutschland Repräsentanz

Federiciastraβe 12 - 14050 Berlin (Charlottenburg)
Tel:  +49 30 8 83 85 16
Fax: +49 30 89 09 54 31