Lavoratori italiani in Germania e turisti tedeschi in Italia

Articolo per contenuti

Dagli ultimi dati raccolti (2017) risulta che i visitatori germanici hanno speso nel Belpaese sei miliardi di euro. Dei settecentomila italiani che vivono in terra tedesca, soltanto un decimo di costoro grava sulle finanze federali percependo sussidi sociali. Il tutto accade nonostante i pregiudizi da una parte e dall'altra parte siano duri a morire. Suggestiva conclusione di Alfredo Venturi autore di questa breve Storia dei rapporti tra italiani e tedeschi. Scrive: “Auguriamoci un tempo nuovo in cui si parlerà non più di italiani e tedeschi, ma di europei di lingua italiana, europei di lingua tedesca”. Auguriamocelo.

Itaker e crucchi sono termini, fra il canzonatorio e il provocatorio, con cui italiani e tedeschi amano designarsi reciprocamente.

Le due parole sono nate nel Novecento. La prima è la contrazione di italienischeKameraden, i compagni d'armi della Wehrmacht almeno fino a quando il patto d'acciaio ha resistito all'usura della guerra. Inevitabilmente gli avvenimenti del 1943 hanno finito con l'attribuire all'espressione un connotato negativo. Quanto all'altro termine, deriva dallo slavo kruh che significa pane. Durante la prima guerra mondiale i disertori e i prigionieri dell'armata austro-ungarica, spesso croati o sloveni, erano soliti chiedere cibo pronunciando quella parola. E così i soldati italiani presero l'abitudine di definire crucchi tutti i nemici indistintamente, più tardi il termine prese di mira specificamente i tedeschi. Ci sono anche altri appellativi fra lo scherzoso e lo sprezzante: Spaghettifresser per esempio, e per rimanere nell'ambito delle preferenze alimentari il corrispettivo Krauti.

Alfredo Venturi
É nato a Bologna, vive in Toscana. Laurea in Scienze politiche. Giornalista (il Resto del Carlino, La Stampa, Corriere della Sera) attivo in Italia e all'estero. Ha trascorso in Germania il decennio che comprende la riunificazione. Collabora al settimanale Azione di Lugano. É autore di numerosi saggi di ricerca e divulgazione storica.
0
2
0
s2smodern
© Berlin89 2018 - 2019
Testata giornalistica registrata
al Tribunale civile di Venezia.
Autorizzazione n.8 in data 30/08/218
Direttore Responsabile Vincenzo Maddaloni
Responsabile Trattamento Dati Paolo Molina

 

Accedi
x
x
x

cover Massima Depero copy