Come mai agli intellettuali progressisti tedeschi piacque (tanto) Garibaldi

Articolo per contenuti

 statua di marx e engels    Non si pongono certo problemi di questo tipo Karl Marx e Friedrich Engels, che nei loro scritti sul risorgimento salutano le imprese garibaldine come il segnale che gli sviluppi politici in Italia potrebbero non limitarsi a una strategia di annessioni da parte del Piemonte, ma portare gli sforzi per l'unificazione nazionale a un esito popolare e rivoluzionario.

I due teorici del comunismo lamentano d'altra parte, prendendosela anche con le posizioni “borghesi” di Giuseppe Mazzini, la mancanza di un'ottica di classe e di un'attenzione alle condizioni materiali nel processo che porterà all'unità d'Italia.

L'iniziativa popolare di Garibaldi, sia pure inserita in un contesto più unitario che sociale, sembra a Marx e Engels il solo elemento potenzialmente correttivo di quella che considerano una “rivoluzione senza rivoluzione”.

Alfredo Venturi
É nato a Bologna, vive in Toscana. Laurea in Scienze politiche. Giornalista (il Resto del Carlino, La Stampa, Corriere della Sera) attivo in Italia e all'estero. Ha trascorso in Germania il decennio che comprende la riunificazione. Editorialista del settimanale Azione di Lugano. É autore di numerosi saggi di ricerca e divulgazione storica.
0
2
0
s2smodern
© Berlin89 2018 - 2019
Testata giornalistica registrata
al Tribunale civile di Venezia.
Autorizzazione n.8 in data 30/08/2018
Direttore Responsabile Vincenzo Maddaloni
Responsabile Trattamento Dati Paolo Molina

 

Accedi
x
x
x

cover Massima Depero copy