Come mai agli intellettuali progressisti tedeschi piacque (tanto) Garibaldi

Articolo per contenuti

     La figura di Garibaldi seduceva i tedeschi riscattando molti atavici pregiudizi a carico degli italiani.

Del resto proprio Marie Esperance non sostenne forse che nelle vene del mitico generale scorreva sangue germanico?garibaldi ritrattoRitratto di Giuseppe Garibaldi

Una nipote di Theodor von Neuhoff, singolare avventuroso personaggio che riuscì per qualche tempo a farsi incoronare re di Corsica, non aveva forse sposato nei primi decenni del Settecento un certo Giuseppe Battista Garibaldi, che sarebbe il bisnonno del condottiero?

É quanto asseriva la scrittrice ma la ricostruzione appare sospetta, visto che non ci sono prove documentarie del matrimonio che sarebbe stato celebrato a Rüggeberg nella Ruhr, mentre è certo che la famiglia dell'eroe proveniva da Chiavari.

Garibaldi un po’ tedesco, oltre che cittadino francese essendo nato a Nizza allora nell'impero napoleonico?

Viene il sospetto che la fama internazionale del personaggio, la sua contraddittoria personalità di pacifista armato, le sue virtù guerriere così poco italiane nella percezione tedesca, l’assonanza germanica del cognome, forse anche il biondo aspetto fisico abbiano diffuso in terra teutonica la tentazione di cooptarlo nel mondo di Sigfrido e dei Nibelunghi.

Alfredo Venturi
É nato a Bologna, vive in Toscana. Laurea in Scienze politiche. Giornalista (il Resto del Carlino, La Stampa, Corriere della Sera) attivo in Italia e all'estero. Ha trascorso in Germania il decennio che comprende la riunificazione. Editorialista del settimanale Azione di Lugano. É autore di numerosi saggi di ricerca e divulgazione storica.
0
2
0
s2smodern
© Berlin89 2018 - 2019
Testata giornalistica registrata
al Tribunale civile di Venezia.
Autorizzazione n.8 in data 30/08/2018
Direttore Responsabile Vincenzo Maddaloni
Responsabile Trattamento Dati Paolo Molina

 

Accedi
x
x
x

cover Massima Depero copy