L'emergenza sanitaria, ovvero: presi per il Covid

La domanda potenzialmente infinita di vaccini e intrugli genici vari offre ai cartelli farmaceutici la prospettiva di flussi di profitto pressoché illimitati, specie quando garantiti da programmi di vaccinazione di massa sovvenzionati da denaro pubblico (altro debito che ricadrà sulle nostre teste).

Pin It

Continua a leggere

Il tempo di morire

Cosa dovrebbe fare la medicina quando non può salvare la vita? Lasciar andare.

Sono partiti venerdì 11 luglio  i referendum days per l’Eutanasia Legale con l'obiettivo di raggiungere le 500 mila firme entro il 30 settembre.La battaglia per l’eutanasia legale si è iniziata 37 anni fa. Quasi quattro decenni tra proposte di legge, sentenze, appelli che il Parlamento ha lasciato cadere nel vuoto, testi depositati per togliere (anziché dare) libertà ai  malati terminali. A mantenere vivo il dibattito ci sono volute le storie di sofferenza e la disobbedienza civile. 

Pin It

Continua a leggere

La parabola dell'asino che vola

Le tesi mainstream sulla COVID fanno acqua da tutte le parti, ma le modalità così opprimenti della comunicazione pubblica tendono a ottundere ogni capacità di critica autonoma. Il potere  illimitato di chi detiene il controllo dei media di imporre la propria versione della realtà anche contro ogni logica.

Pin It

Continua a leggere

La grande illusione di Piazza Tienanmen

Il Comprehensive Agreement on Investment (CAI) è un accordo globale sugli investimenti tra Cina e Unione europea concluso dalla Commissione europea – sotto la direzione di Germania e Francia - con il consenso di tutti i paesi membri. Esso può migliorare le condizioni per le aziende europee che fanno affari nella seconda economia del mondo, creando posti di lavoro in Europa e Cina, dando a Pechino un incentivo a cooperare con l’Europa. Accade in un momento nel quale gli equilibri geopolitici si stanno modificando profondamente e dall'esito dl disperato tentativo degli Stati Uniti di non perderne il controllo, dipendono  le sorti dell’umanità. 

Pin It

Continua a leggere

Viaggio nel partito politico più potente del mondo

Giovedì 1° luglio il Partito comunista cinese (PCC) ha celebrato i 100 anni dalla sua fondazione, con una serie di eventi pubblici. Come unica forza politica che governa in maniera autoritaria sulla seconda potenza mondiale, il PCC è senza dubbio il partito politico più potente del mondo, e la sua permanenza al potere dal 1949 a oggi ha smentito e sorpreso i tanti esperti occidentali che nel corso dei decenni ne avevano previsto il crollo.

Pin It

Continua a leggere

Lo spauracchio dell'inflazione sull' "impoverimento crescente"

L'economista Jacques Sapir analizza la reale natura del ritorno all'inflazione di cui molti si preoccupano, a livello globale. Eventuali aumenti dei tassi o politiche antinflazionistiche sarebbero un ennesimo cattivo servizio reso dai governi ai loro popoli.

Pin It

Continua a leggere

Il segreto dell'Arcivescovo dello Stato libero di Baviera

Il cardinale  Reinhard Marx  ha offerto al papa Francesco le dimissioni da arcivescovo di Monaco e Frisinga a causa della «catastrofe dell’abuso sessuale perpetrato dai rappresentanti della Chiesa negli ultimi decenni». La scena tedesca è importante per comprendere quanto sta accadendo nella Chiesa globale.

Pin It

Continua a leggere

L'amore controverso italo-tedesco per Dante

Il concitato ping-pong ha una una premessa storica poichè la prima società dantesca al mondo nacque proprio in Germania a Berlino e questo è il segno dell'amore per Dante del popolo tedesco.

Pin It

Continua a leggere

© Berlin89 2018 - 2019 - 2020 - 2021

Berlin89 magazine del Centro Studi Berlin89

Testata giornalistica registrata
al Tribunale civile di Venezia.
Autorizzazione n.8 in data 30/08/2018
Direttore Responsabile Vincenzo Maddaloni
Responsabile Trattamento Dati Paolo Molina

 

 

Accedi
x
x
x

Italia Sede

via privata Perugia, 10 - 20122 Milano (MI)
Tel:  +39 02 77 33 17 96
Fax: +39 02 76 39 85 89

Deutschland Repräsentanz

Federiciastraβe 12 - 14050 Berlin (Charlottenburg)
Tel:  +49 30 8 83 85 16
Fax: +49 30 89 09 54 31