Ciao Europa

Trump punisce la Germania disobbediente

A Berlino si augurano apertamente una sconfitta di Trump alle elezioni di novembre, e stanno facendo di tutto per agevolarla, consapevoli che se l'attuale presidente dovesse essere confermato, il livello dello scontro salirebbe ancora e Berlino non potrebbe perseguire i propri interessi strategici. Sebbene Trump elogi pubblicamente la Cancelliera Merkel, sia i media che i rappresentanti del governo tedesco invece continuano a ripetere che i loro colloqui sono molto duri. con Trump che sventola il bastone delle sanzioni. Una politica che egli chiama "America first".

Continua a leggere

Da prima del Coronavirus l'UE progetta la vaccinazione obbligatoria e totale per i suoi cittadini

SOSTIAMO DOVE GLI ALTRI TIRANO DRITTO

La Commissione EU ha pubblicato a marzo 2019 la roadmap per la diffusione obbligatoria e universale dei vaccini; un piano completo comprendente le tecniche di  persuasione per vincere le “esitazioni” di parte della popolazione.   Si Parla di “una carta  comune UE di  vaccinazione”,  e di  “instaurare a livello europeo un sistema  elettronico  di informazione sulle immunizzazione”,  ossia il tipo di certificato che promuove con tanto vigore Bill Gates. Inoltre, si vuole  creare una Coalizione per le  Vaccinazioni  (sic) con tutti gli addetti sanitari e scientifici dei paesi UE, che dovrà tenere un convegno annuale, un evento in più per  “contrastare la mis-informazione online sugli effetti dei vaccini”. Infine, c'è l'impegno di “Rafforzare le esistenti partnership e collaborazioni con attori e iniziative internazionali come  OMS e  lo  European Technical Advisory Group of Experts on Immunization (ETAGE), 

di Kit Knightly 

Continua a leggere

Tra asparagi Luftwaffe e 20 bombe nucleari

Per capire cosa ci sta accadendo, per andare oltre la cronaca dei media mainstream, per capire in che mani siamo, affidiamoci alla scorticante ironia di un giornalista di lungo corso, di grande conoscenza, sempre sulla notizia (age 92) che vive a Berlino.

di Viktor Grossman 

Continua a leggere

L'altolà dell' Alta Corte tedesca può strozzare l'Italia

Una mina alle fondamenta dell’architettura istituzionale dell’Unione. In questo potrebbe trasformarsi la sentenza emessa ieri dalla corte costituzionale tedesca: secondo i giudici di Karlsruhe il piano di acquisto di titoli pubblici della Banca centrale europea è sproporzionato. Per questo lanciano un ultimatum: l’istituzione guidata da Christine Lagarde ha tre mesi per chiarire i contorni del suo intervento. La Bce non ha ancora deciso se rispondere, ma il rischio è che nel frattempo l’Italia si trovi costretta a pagare un prezzo salato.   

Quali sono le Prime impressioni dalla stampa tedesca dopo la importante sentenza della Corte Costituzionale di Karlsruhe?

Continua a leggere

© Berlin89 2018 - 2019 - 2020
Testata giornalistica registrata
al Tribunale civile di Venezia.
Autorizzazione n.8 in data 30/08/2018
Direttore Responsabile Vincenzo Maddaloni
Responsabile Trattamento Dati Paolo Molina

 

Accedi
x
x
x

cover Massima Depero copy