Ciao Europa

Nuova Via della Seta? All'Italia soltanto poche briciole

Nella politica estera europea, competenza rimasta ai paesi membri, il Belpaese non ha mai raggiunto alcuna posizione unitaria nei riguardi della Cina, così come in quasi nessuno dei dossier caldi della scena internazionale, spiega in questa lunga intervista l'ex ambasciatore in Cina Alberto Bradanini. Il perché del successo del modello cinese, 

Continua a leggere

La cortina di bambù che alla Cina rende

I cinesi hanno ben studiato la situazione di quei paesi europei che hanno tutti un comune passato da cortina di ferro, che sono in paranoia coi russi e sono usati dagli americani soltanto come base militare. La cooperazione con la Cina va operativamente avanti da tempo. Da Pechino si ridisegna il futuro europeo. Lo conferma l'8° meeting sulla cooperazione di cui è  difficile trovare notizie nella stampa occidentale.

Continua a leggere

Unione europea. Cominciando da quattro

Se la Francia, la Germania, l’Italia e la Spagna, che rappresentano insieme più del 75 per cento della popolazione e del Pil della zona euro, pervengono a un accordo, le scelte politiche che ne deriveranno potranno  consentire di investire nella crescita e nelle nuove generazioni.

Continua a leggere

Si cura chi i soldi li ha il resto si fotte. Italia capofila in Europa

Devastare la sanità pubblica dove i pazienti sono solo numeri e bestiame in favore di una medicina privata accogliente, accondiscendente, come era una volta quella pubblica. E' la regola imposta dalla strategia globale come è spiegato in questa approfondita inchiesta che volentieri pubblichiamo, L'autrice Barbara Tampieri, psicologa,  dimostra sulla base dei dati raccolti come l'obbligatorietà dei vaccini  serva ad allargare il divario tra ricchi e poveri mettendo a grave rischio l'insieme dei rapporti sociali e con essi la sopravvivenza della democrazia. La conclusione è esagerata? Si suggerisce di leggere.

Continua a leggere

© Berlin89 2018 - 2019
Testata giornalistica registrata
al Tribunale civile di Venezia.
Autorizzazione n.8 in data 30/08/218
Direttore Responsabile Vincenzo Maddaloni
Responsabile Trattamento Dati Paolo Molina

 

Accedi
x
x
x

cover Massima Depero copy